2
2

Un viaggio nella storia del Vajont

Data disponibile:

il 16-05-2021

Dettagli

DETTAGLI

Nell’ottobre 2015 è stata inaugurata la Via ferrata della Memoria, percorso che offre la possibilità di osservare da un punto di vista completamente diverso l’inquietante diga del Vajont e della stretta gola nella quale, il 9 ottobre 1963, la massa d’acqua della diga si incanalò per poi riversarsi nella sottostante valle del Piave radendo al suolo il paese di Longarone ed alcuni villaggi vicini.

inMont_Via Ferrata_Cavo

Il nostro itinerario avrà inizio nel comune di Longarone (provincia di Belluno) si imbocca la strada regionale 251 che da quest’ultimo sale a Erto. Subito dopo aver superato esternamente l’abitato di Codissago, si sale fino al sesto tornante, dove, a destra, è posto un piccolo cartello che indica la via ferrata. Scendendo invece da Erto si supera la diga ed al secondo tornante, a sinistra, si trova il cartello. Qui si abbandona la strada principale e si prosegue su una stradina che porta, dopo circa cento metri, ad un ampio parcheggio sterrato.

Dislivello: 260m

Sviluppo: 700m

Tempo complessivo: 4 ore circa

Condizioni

CONDIZIONI

RITROVO

Parcheggio a valle della diga del Vajont ore 9:30

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Normale vestiario utilizzato durante i trekking o ferrate, imbracatura bassa, casco, kit da ferrata, lampada frontale

RAPPORTO

1 : 4

INCLUSO NEL PREZZO

Tutti i costi della Guida Alpina

Servizi di Guida Alpina

Assicurazione recupero e soccorso

NON INCLUSO

Trasferimenti

Assicurazione personale, infortunio, annullamento viaggio, smarrimento bagaglio (consigliata)

Tutto ciò che non è specificato alla voce ‘incluso nel prezzo’

Programma

PROGRAMMA

Di seguito il programma delle attività che svolgeremo

Day 01

Ci troveremo al parcheggio sopra descritto. Da qui verificati i materiali di sicurezza, partiremo percorrendo una lunga e stretta cengia attrezzata, caratterizzata da gallerie buie (necessaria la pila frontale). La ferrata vera e propria inizia con una scala, e, nella sua prima parte, è esposta ed atletica.

Il tratto storico della ferrata invece, è più orientato ad approfondire la conoscenza dell’evento ed a stimolare una riflessione. L’avvicinamento alla diga da una nuova prospettiva permette una visuale contemporanea della diga e della gola dove l’acqua tracimante dal lago del Vajont è stata incanalata travolgendo Longarone e altri paesi a fondo valle.

Alla fine della ferrata saliremo con una piacevole passeggiata fino all’abitato di Casso per un meritato break e visiteremo questo splendido borgo molto caratteristico. Non rimarrà altro che tornare al parcheggio a valle percorrendo sentierini e la strada adiacente alla famosa diga del Vajont.

Materiali

MATERIALI

Di seguito troverete l’indicazione per i materiali necessari.
La scelta che dovrete fare per il vestiario dipenderà dalle previsioni meteo.

Apri la lista completa

Materiali Via Ferrata

Luogo

LUOGO


Parcheggio Ferrata della Memoria
Condividi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

2
2

Un viaggio nella storia del Vajont

Data disponibile:

il 16-05-2021

Salendo un tratto aereo della Ferrade dei 50 nelle Dolomiti Pesarine

Recensioni dell'attività

Non ci sono ancora recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.