1 giorno
2
2 min
3

Sulla normale del Duranno, il Cervino delle Dolomiti Friulane

Dettagli

DETTAGLI

Il Duranno (2668 m) è la seconda montagna più alta delle Dolomiti Friulane e per le sue forme ardite è anche chiamato il Cervino delle Dolomiti Friulane o il Becco dell’Oca.
Non vi è un sentiero per escursionisti che lo sale ma la sua via normale più frequentata richiede esperienza alpinistica e uso della corda.
E’ un percorso in un ambiente fantastico che segue cenge e colatoi attraversando buona parte della parete sud che oppone difficoltà massime di III+.
La via normale è detta anche “Via dei Cacciatori Ertani” in quanto percorsa per la prima volta appunto dai cacciatori locali.

Vista del Duranno con le pareti nord e est
Panorama fantastico nei pressi della Forcella Duranno
Duranno: la normale, difficile da individuare, sale la parete al sole

Dal Rifugio Maniago, dove potremo fare una breve pausa per un caffè, risaliremo lungo un comodo sentiero e qualche roccetta fino alla Forcella Duranno.
Da qui lungo un fantastico itinerario risaliremo dapprima il crinale per poi seguire la Grande Cengia Mediana fino a raggiungere i risalti nei pressi del colatoio centrale, il Canalone Sartor. Proseguiremo quindi, sempre in cordata e in sicurezza, affrontando alcuni tratti più impegnativi per superare il colatoio e il Cadin Alto fino alla linea di cresta. L’ultimo tratto ci riserva un panorama fantastico con difficoltà via via più contenute fino a raggiungere l’antecima e l’aerea sella che la divide dalla Madonnina di vetta.
Avremo così finalmente raggiunto la seconda cima più alta delle Dolomiti Friulane: il Duranno.

Condizioni

CONDIZIONI

RITROVO

Parcheggio della Val Zemola, presso la Casera Mela

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Abbigliamento e attrezzatura per salite in alpinismo classico

RAPPORTO

1 : 2

INCLUSO NEL PREZZO

Materiale tecnico della cordata (corde, protezioni, …)

Tutti i costi della Guida Alpina

Servizi di Guida Alpina

Assicurazione recupero e soccorso

NON INCLUSO

Trasferimenti

Assicurazione personale, infortunio, annullamento viaggio, smarrimento bagaglio (consigliata)

Tutto ciò che non è specificato alla voce ‘incluso nel prezzo’

Itinerario

PROGRAMMA

Di seguito il programma dell’attività che svolgeremo

Dal Parcheggio della Val Zemola, dopo avere controllato e organizzato i materiali raggiungeremo il Rifugio Maniago (possibilità di salire con l’auto con il permesso della forestale). Proseguiremo fino alla alla Forcella Duranno, da dove inizia la parte più impegnativa della salita che affronteremo in cordata.

Un crinale iniziale, la Grande Cengia, i camini della parte alta del Canalone Sartor, l’anfiteatro del Cadin Alto ci consentiranno di salire questa imponente e selvaggia montagna.
Vi saranno alcuni tratti dove la progressione è quella tipica dell’arrampicata a più tiri anche se la maggior parte della salita la affronteremo con la tecnica della corda corta, salendo contemporaneamente ma sempre nella massima sicurezza.
Il rientro segue l’itinerario di salita e ci obbligherà talvolta a arrampicare in discesa come anche a effettuare alcune calate in doppia.
Non mancherà di certo una pausa ristoratrice al rifugio per festeggiare davanti ad una birra la cima raggiunta.

Materiali

MATERIALI

Di seguito troverete l’indicazione per i materiali necessari.
La scelta che dovrete fare per il vestiario dipenderà dalle previsioni meteo.

Vi consigliamo di confrontarvi con la vostra guida per verificare le attrezzature e il vestiario da scegliere.
Apri la lista completa

Materiali Alpinismo Classico

Luogo

LUOGO


Monte Duranno – Dolomiti Friulane
Gallery
Condividi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

1 giorno
2
2 min
3

Sulla normale del Duranno, il Cervino delle Dolomiti Friulane

Vista del Duranno con le pareti nord e est

Recensioni dell'attività

Non ci sono ancora recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.