3 giorni
4
1 min
5

Fantastica traversata dalla Cresta del Leone alla Cresta Hornli

Dal 01 Luglio al 20 settembre 2020

Dettagli

DETTAGLI

La conquista della cima del Cervino ha certamente un significato importante nella storia dell’alpinismo. La ‘corsa’ alla sua conquista dal versante svizzero e da quello italiano è famosa e oramai conosciuta da tutti, se non altro per la sua drammatica conclusione.

Se la Cresta Hornli si staglia nel cielo lineare e regolare, la Cresta del Leone presenta numerosi tratti verticali, scalini e torri.
Entrambe sono salite impegnative per i passaggi di arrampicata che presentano, per la difficoltà nell’individuarne il percorso migliore mai evidente e per il continuo impegno e concentrazione che si rendono necessari per una progressione veloce e in sicurezza.
L’itinerario italiano richiede buone doti di arrampicata, seppur su gradi relativamente semplici, ottimo allenamento, dimestichezza e sicurezza nel muoversi anche con i ramponi ai piedi lungo pareti, esili cenge e creste affilate. Quello svizzero, seppur offra difficoltà leggermente inferiori, riserva alcune sorprese soprattutto legate alla scelta della linea di salita, alla sua lunghezza e alla continua esposizione.

L’itinerario che vi proponiamo segue la linea di cresta e consiste nella traversata dal versante italiano a quello svizzero.
Nella prima giornata raggiungeremo il Rif Carrel (rifugio non gestito) dove pernotteremo. La salita fino al Rif Oriondé non presenta difficoltà (vi sono diverse possibilità per raggiungerlo) ma subito dopo, dai pressi della Croce Carrel, si comincia a salire su terreno impegnativo lungo il crinale della Testa del Leone per poi piegare verso destra fino a raggiungere il colle omonimo. Proseguendo sempre in arrampicata lungo la linea di cresta raggiungeremo il rifugio solo dopo aver superato l’atletica parete della Cheminée, famosa per il suo diedro crollato alcuni anni or sono.

Cervino, sulla Cresta del Leone nei pressi della Cheminé
Sul Pic Tyndall lungo la Cresta del Leone sul Cervino
Cervino, prime ore del mattino risalendo la Cresta Hornli
Salendo la Scala Jordan lungo la Cresta del Leone sul Cervino
In vetta al Cervino

Il giorno seguente risaliremo la cresta superando i famosi passaggi fra cui la Corda della Sveglia, il Mauvais Pas, la Gran Corda, la Cravatta, l’aereo Pic Tyndall, la Scala Jordan fino a raggiungere la vetta italiana.
Una breve affilata cresta ci condurrà alla cima svizzera dalla quale ha inizio la lunga e delicata discesa lungo l’Hornli passando per il bivacco Solvay fino all’HornliHutte.
Da qui non dovremo superare altre difficoltà se non la grande stanchezza che questa lunga cavalcata ci lascerà assieme a una soddisfazione enorme.

Il programma si svolge su tre giornate permettendoci di modulare al meglio gli sforzi e quindi garantire la maggior possibilità di successo per questa nostra salita.
A richiesta sarà possibile, nonché consigliato, organizzare una salita per preparazione e acclimatamento da svolgersi nei giorni precedenti sempre in zona.

Condizioni

CONDIZIONI

RITROVO

Cervinia

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Normale dotazione alpinistica per salite in alta montagna

RAPPORTO

1 : 1

INCLUSO NEL PREZZO

Materiale comune della cordata (corde, protezioni, …)

Tutti i costi della Guida Alpina

Servizi di Guida Alpina

Assicurazione recupero e soccorso

NON INCLUSO

Trasferimenti

Impianti di risalita

Pernottamenti e mezze pensioni presso i rifugi come da programma

Assicurazione personale, infortunio, annullamento viaggio, smarrimento bagaglio (consigliata)

Tutto ciò che non è specificato alla voce ‘incluso nel prezzo’

Itinerario

PROGRAMMA

Di seguito il programma dell’attività che svolgeremo

Tale programma è da intendersi indicativo in quanto le tre giornate ci permetteranno di scegliere e modulare al meglio la salita tenendo conto delle previsioni meteo, delle condizioni delle vie di salita e dell’allenamento e capacità dei partecipanti.

Day 01

Ci troveremo a Cervinia e, dopo aver verificato i materiali, saliremo con gli impianti fino a Plan Maison. Un comodo sentiero ci permetterà di raggiungere il Rifugio Duca degli Abruzzi da dove ha inizio la salita verso la Capanna Carrel. Un primo tratto semplice fino a raggiungere la Croce Carrel e quindi, per roccette e tracce scoscese sulla spalla della Testa del Leone. Raggiunto l’omonimo colle l’arrampicata comincia a farsi più tecnica. Ci aspettano le prime corde che aiutano a superare le Placche Seiler fino alla famosa parete della Cheminée, oramai nei pressi della nostra meta.

La Capanna Carrel non è gestita e ci organizzeremo per la cena e la colazione autonomamente.
Dopo aver goduto dell’incredibile vista da questo nido d’aquila, ci riposeremo alcune ore per essere pronti prima dell’alba per la seconda giornata.

Day 02

La sveglia nel cuore della notte ci ricorda che la giornata che ci aspetta sarà impegnativa. E già fuori dal rifugio superare la Corda della Sveglia ci aiuterà a cacciare gli ultimi avanzi di pigrizia mattutina. Seguiranno tratti di arrampicata e traversate su creste e cenge lungo un itinerario mai banale ma sempre sicuro. Supereremo la Gran Torre, il Mauvais Pas fino al ghiacciaio del Linceul. Da qui la Gran Corda ci permetterà di riguadagnare il filo di cresta e ora, sul versante opposto, saliremo fino al Pic Tyndall. Un’aerea cresta ci condurrà fin sotto le pareti della piramide sommitale. Dovremo ancora scalare per raggiungere la Scala Jordan ma da qui oramai la cima è vicina.
Dalla cima italiana traverseremo verso quella svizzera per scendere sulla lunga e mai banale Cresta Hornli. Raggiungeremo la Capanna Solvay affrontando la maggior parte dei passaggi scendendo in arrampicata con alcuni tratti in calata. Non sarà ancora finita: il rifugio Hornli lo vedremo ancora parecchio lontano anche se in un paio di ore saremo certamente con una birra in mano sulla sua terrazza.

Avremo la possibilità di pernottare al Rif Hornli, al Rif Schwartzsee o anche al Rif Guide del Cervino, risalendo fino al Kleine Matterhorn con gli impianti.

Day 03

Scenderemo a valle dopo esserci riposati da una lunga, impegnativa ma entusiasmante giornata.
Faremo quindi rientro a casa non dopo esserci salutati con un ultimo brindisi di fronte alla Gran Becca.

Materiali

MATERIALI

Di seguito troverete l’indicazione per i materiali necessari.
La scelta che dovrete fare per il vestiario dipenderà dalle previsioni meteo e dall’attività scelta.

Vi consigliamo di confrontarvi con la vostra guida per verificare le attrezzature e il vestiario da scegliere.
Apri la lista completa

Materiali Alta Montagna

Luogo

LUOGO


Monte Cervino – Matterhorn
Gallery
Condividi

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI

3 giorni
4
1 min
5

Fantastica traversata dalla Cresta del Leone alla Cresta Hornli

Dal 01 Luglio al 20 settembre 2020

Cervino, la forma inconfondibile da cervinia

Recensioni dell'attività

27 Maggio 2020

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.